sabato 25 febbraio 2017

Il video nei "nuovi" DECIBEL, ne vogliamo parlare?

Quando ho letto "my generation" mi son detto, ecco l'ennesima cover dei Who, invece no, meglio, o peggio: mi appare Enrico Ruggeri come Giulio Base in TESTE RASATE, pelato, con camicia, cravatta e giubbotto (giubbottista) di pelle nera. Quelli dietro sembrano i Righeira. Andando avanti nel guardare il video mi aspettavo di vedere Charlotte Rampling ballare con i nazisti come ne "il portiere di notte", quelle maschere bianche come in "occhi senza volto", un film thriller francese degli anni 60. Questo video è piu pulp di tutti i film che ho gia citato prima.


TESTO, LIRICS:
My my generation (la mia generazione)
It’s not too late well done (non è ancora troppo tardi)
My my generation
It’s not too late well done.

Quella strada non c’è più, non c’è più il club
ora non si suona più, c’è una banca nuova
Morirò con la faccia al vento
Morirò mai contento soddisfatto mai.

My my generation
It’s not too late well done
My my generation
It’s not too late well done.


Lei adesso non c’è più, lei è sotto choc
Lei non si diverte più tra lavoro e casa
Morirò con la faccia al vento
Morirò mai contento soddisfatto mai.

Morirò con la faccia al vento
Morirò mai contento soddisfatto mai.

My my generation
It’s not too late well done
My my generation
It’s not too late well done
Share:

0 commenti: